I nostri esperti sono pronti a risponderti
allo 0694802293

I nostri esperti sono pronti a risponderti
allo 0694802293

Carte Napoletane: significato,origini e metodi di lettura

Oggi parlare di Carte Napoletane vuol dire parlare dei giochi piu'comuni come la Scopa, la Briscola, il Tresette e così via. Ma la Tradizione Popolare Partenopea attribuisce a questo mazzo poteri di veggenza millenari indiscussi. Scopri tutti segreti di questo affascinante metodo divinatorio, tramandato oralmente di madre in figlia.

Risulta, ancora oggi, difficile collocare la nascita del gioco di carte in un'epoca precisa. Si pensa possa risalire al X secolo, quando in Cina fu inventata la carta. Non è ancora chiara quando arrivò sul continente europeo. A Napoli, l'affermarsi del gioco delle carte, risale all'epoca della dominazione spagnola e successivamente al regno dei Borbone.

Origini e metodi di lettura delle Carte Napoletane

L'Arte di leggere le Carte Napoletane ha origini antiche, le prime a servirsene come strumento di divinazione furono probabilmente le “mogli dei soldati”. In passato, quando non era ancora possibile sapere in tempo reale l’esito di una battaglia e quindi se i propri cari fossero ancora in vita o meno, le mogli dei soldati apprendevano, dalle anziane, le arti delle carte per conoscere la sorte dei loro amati. Questa tradizione è stata tramandata fino ad oggi, anche se la materia è ancora molto discussa.

 Carte Napoletane

Metodi di lettura delle Carte Napoletane

Un mazzo di Carte Napoletane è formato da 40 carte divise in 4 semi. Ogni seme rivela e dà indicazioni su un particolare ambito:

Seme di bastoni: è legato al lavoro, alle cose materiali e alla forza interiore presente in ciascuno di noi
Seme di coppe: è legato all’amore, ai rapporti affettivi e ai sentimenti
Seme di denari: ambito economico e professionale
Seme di spade: quotidianità e problemi di tutti i giorni

Illustrazione Carte Napoletane

Come leggere le carte Napoletane?

Per prima cosa bisogna preparare il mazzo delle carte. Mischiarle è forse la cosa più importante. Mischiandole, infatti, si prende confidenza con il mazzo, ci abituiamo, lo sentiamo, creiamo il caos primordiale, da cui deriverà l'ordine nella stesa delle carte prescelte. Ricorda che ogni carta a un preciso significato.

Vanno mischiate cambiando anche il verso ogni tanto, perché le carte si leggono sia al dritto che al rovescio. Sarà il consultante a dirvi quando smettere di mischiare e cambiare verso alle carte. Inconsciamente, in questo preciso momento, il caos cessa di esistere e le carte trovano il loro ordine. Lo stop dato dal consultante è la creazione della sua storia, quella che da lì a poco gli racconterete.

Ci sono svariati metodi generali per leggere le carte napoletane e, nel tempo, in molti ne hanno sviluppato uno personale, senza dimenticare che la tradizione è tramandata oralmente da maestro ad allievo. Il loro metodo, il segreto della loro lettura, si tramanda ancora da famiglia a famiglia, e la donna depositaria del segreto lo può svelare solo ad altre sette donne ma sempre della famiglia, che abbiano compiuto i 16 anni e che dimostrino di avere le doti di sensibilità e sensitività sufficienti ad apprendere. Tutte queste variabili fanno sì che le persone che padroneggiano questo tipo di carte siano veramente poche. 

I due metodi più conosciuti delle Carte Napoletane

Metodo di lettura delle 5 carte

Il primo metodo di estrazione e lettura è quello delle 5 carte. È un metodo veloce, perché dopo che il consultante vi avrà detto da quale mazzetto scegliere, estrarrete 5 carte mettendole in fila. Iniziando a leggere da sinistra verso destra, la prima carta rappresenterà il passato remoto, la seconda quello prossimo, la terza il presente, a seguire il futuro più prossimo e infine quello più lontano.

La vostra sensibilità e le domande fatte al consultante vi daranno le risposte da lui cercate in base alla sequenza. 

 Metodi di lettura delle carte napoletane

 Metodo di lettura delle 26 carte

Un altro metodo molto più completo è quello delle 26 carte. Il mazzo va mischiato un numero dispari di volte e tagliato. Si guardano le carte sotto ai due mazzi per avere una prima idea del quadro che poi si svilupperà.

  1. Si dispongono le carte in 5 file da 5 ciascuna e si mette la 26° carta fuori dallo schema a quadro. Capite da soli che è un metodo che solo i più esperti possono adottare, vista la sua complessità, data dalla gran quantità di carte da prendere in considerazione. È, però, anche uno dei metodi più precisi e dettagliati!
  2. Fondamentale, adesso, resta individuare le carte chiave. Quelle da cercare hanno sempre la stessa destinazione, indipendentemente dalla domanda, se fatta sull'amore, sul lavoro o sulla fortuna. Va individuata la posizione della carta che rappresenta la consultante o il consultante, diverse se uomo o donna, e le altre carte che, a seconda della tipologia su cui la domanda è posta, ne esprimono i desideri.

Esempio

Facendo un esempio pratico, se la domanda è sull'amore, vanno ricercate le carte napoletane che rappresentano il cuore dei due interessati alla domanda, lui e lei, per cui asso di denari e due di coppe. Va poi cercata la posizione del/della consultante, ossia re e fante di denari. Ultima ricerca è il pensiero di lui/lei, ossia fante di spade e cavallo di denari.

Se la domanda è invece sul lavoro, sono altre le carte napoletane che vanno cercate, e via dicendo. C'è poi la carta fuori quadro, che è una carta che rappresenta qualcosa che non è nel destino del consultante, ma non meno importante.

Una volta individuate le carte significative, si guarda da cosa sono circondate in tutte le direzioni, ma sempre partendo ed arrivando ad un'altra carta chiave, ed ignorando quelle che non sono pertinenti alla domanda fatta. In pratica, il responso si dà avendo chiaro come sono posizionate le carte chiave, come se brillassero di luce propria in mezzo alle altre, che restano in dissolvenza, disposte a creare la mappa del destino del consultante.

È un metodo veramente affascinante e molto, molto difficile da imparare, perché richiede una concentrazione, da parte di chi lo pratica, assoluta, oltre ad una capacità mnemonica di tipo visivo importante per poter focalizzare solo le carte che servono in mezzo alle altre, come se fossero le sole sul tavolo.

Bisogna fare molti consulti prima di diventare veri cartomanti. Possiamo assimilare l’arte della lettura delle Carte Napoletane alla musica. L'esercizio costante fanno di un musicista mediocre un buon musicista, lo stesso vale per la Cartomanzia.

La nostra esperta di Carte Napoletane

AmbrosiaAmbrosia


"Vivi con maggiore consapevolezza il tuo presente e lasciati guidare nell’affascinante mondo delle Carte Napoletane. Non esitare a contattarmi, se hai bisogno di un consulto di Tarocchi!"

👉 Contatta Ambrosia e scopri tutti i segreti delle Carte Napoletane

Lascia un commento

GLI ARTICOLI APPENA PUBBLICATI

Siediti, rilassati e leggi i nuovi articoli pubblicati sul nostro sito. L’astrologia e la Cartomanzia non avranno più segreti per te, lasciati guidare in un affascinante viaggio nel mondo degli astri e dei tarocchi. Buonumore ed emozioni assicurate!

Oroscopo Novembre: Mercurio Retrogrado fino al 20  Leggi le tue previsioni gratuite

CARTOMANTI E ASTROLOGI ONLINE

Scegli tra la nostra selezione di cartomanti e astrologi quello che corrisponde alle tue esigenze. Controlla il prezzo, la sua disponibilità, le opinioni dei clienti e poi fai la tua scelta.

Contattaci