I nostri esperti sono pronti a risponderti
allo 0694802293

I nostri esperti sono pronti a risponderti
allo 0694802293

Cos'è realmente un déjà vu?

A chi non è mai capitato un momento nella sua vita in cui, vedendo qualcosa, improvvisamente si ha la sensazione di aver già vissuto quel momento? Questa sensazione è chiamata un déjà vu.

Cos'è il déjà vu?

L’espressione, è evidente, deriva dalla lingua francese e significa "già visto", che è appunto la sensazione che avvolge chi vive questo momento. E anche se, in molti casi, il fatto è attribuito a un sogno che abbiamo fatto, la verità è che un déjà vu si presenta in un modo così preciso che finisce per diventare uno di quegli eventi per il quale raramente troveremo una spiegazione nella nostra vita.


🌟 Dai una risposta ai tuoi interrogativi, parla con un astrologo 🌟


Secondo la Parapsicologia, questo fatto è direttamente associato con la chiaroveggenza o le percezioni di tipo extrasensoriale, e sarebbe quindi l'evidenza che, in generale, tutti abbiamo una qualche capacità psichica che ignoriamo e che non abbiamo sviluppato. Verso la fine del XIX secolo, è stato un ricercatore francese, Emile Boirac ad usare per la prima volta questa espressione nel suo saggio "Il futuro delle scienze psichiche". L'autore lo associa alla veggenza e, come la Parapsicologia, alle capacità psichiche; Altre convinzioni attribuiscono al déjà vu facoltà profetiche naturali o memorie di vite passate. La Scienza ne dà una sua interpretazione, sostenendo che sia in realtà un’anomalia della memoria, anche se la difficoltà di riprodurre un evento del genere in laboratorio, rende molto difficili la ricerca e gli studi empirici. 

E' stato comunque oggetto di diversi studi, in particolare Susumu Tonegawa (premio Nobel in medicina nel 1987, ricercatore del MIT) nel suo studio del déjà vu, nel 2006, ne trova le cause in una temporanea incapacità della memoria episodica. Questa incapacità deriverebbe da un gruppo di neuroni denominati "place cells" che si attiverebbero per riconoscere un luogo come già noto, per cui non occorre ricostruire una rappresentazione. Il ricercatore comunque trovato evidenze sperimentali in animali, ma non nell'uomo. In altre parole, ancora non sappiamo esattamente cosa rappresenti la sensazione del déjà vu, abbiamo soltanto alcune teorie.

Secondo uno studio del 2003 di Alan S. Brown, psicologo alla Southern Methodist University, il déjà vu non è una sensazione particolarmente rara tra la gente, infatti circa l'60% degli intervistati affermo' di aver già avuto una sensazione del genere, senza, pero’, sapere esattamente di cosa si trattasse.

La redazione ti consiglia: Qual è la spiegazione scientifica del déjà-vu?

Quali sono i fenomeni di déjà vu?

Esistono altri fenomeni che seguono la stessa logica del déjà vu, con qualche piccola differenza :

  • Déjà vécu : si tratta della sensazione di aver già vissuto un esperienza.
  • Jamais vu : è esattamente il contrario del déjà vu, ossia il fatto di sapere che l’evento è successo, ma non averne alcun ricordo.
  • Déjà visité : è la strana conoscenza di un posto nuovo, di una strada che si percorre in una nuova città, sapendo, al tempo stesso, che questo non è possibile.
  • Déjà senti : sentire qualcosa e avere la sensazione di averla già sentita. A contrario del déjà vu e del déjà vécu, il déjà senti si riferisce in modo specifico a una sensazione mentale.
  • Déjà eprouvé : esattamente « Già provato ».


Altri articoli che potrebbero interessarti:


Scritto da Viola Lombardo

- Rubrica Benessere ed Esoterismo - Toro ascendente Leone, dice di sé: “Il giorno che ho imparato ad ascoltarmi, ad ascoltare il mio corpo, mi sono resa conto che era arrivato il momento di prendermi cura di me”. Mens sana in corpore sano, ecco qual è il suo motto!

- Rubrica Benessere ed Esoterismo - Toro ascendente Leone, dice di sé: “Il giorno che ho imparato ad ascoltarmi, ad ascoltare il mio corpo, mi sono resa conto che era arrivato il momento di prendermi cura di me”. Mens sana in corpore sano, ecco qual è il suo motto!

Lascia un commento

I nostri ultimi articoli sull'esoterismo

Mitzrael, l'angelo custode che combatte contro la persecuzione  Protettore del Capricorno (dal 16 al 20 gennaio)
Qual è il significato e la simbologia del colore arancione?  Come interpretare le sue caratteristiche?
L’angelo Haziel: simbolo di perdono e riconciliazione  Tra il 1 e il 5 maggio, Haziel è l'angelo che influenza il tuo segno
Il numero angelico 111: Prenditi del tempo per te!  Scopri cosa indica il numero angelico 111!
Significato e simbologia del rosso: un colore ambivalente  Quali sono le sue proprietà e i suoi significati?
Il numero angelico 333: Sfrutta i tuoi talenti!  Scopri cosa indica il numero angelico 333!
L'angelo Gabriel Nanael, simbolo di ispirazione e conoscenza  Angelo custode del Sagittario (dal 13 al 16 dicembre)
Il numero angelico 222: Sbarazzati delle energie negative!  Scopri cosa indica il numero angelico 222!
Cromoterapia: come guarire grazie ai colori  Ogni colore ha una sua particolare vibrazione

Contattaci